Campane Manipuri

Nel panorama delle ciotole sonore, le campane Manipuri sono quelle che hanno il suono meno profondo e più acuto. Possono essere spesse o sottili, liscie o decorate, ma tutte sono caratterizzate dal basso profilo laterale e dal piccolo fondo arrotondato. La forma ricorda la parte terminale di una tromba, il bordo può essere lineare e semplice, oppure anche ornato con simboli. Il bordo esterno è spesso decorato con diverse linee incise che formano un collare.

La maggior parte delle ciotole Manipuri sono facili da suonare, ma i loro fondi bombati aderiscono troppo alla mano, quindi la resa migliore si ha tenendole in equilibrio sulla punta delle dita.

Alcune di queste ciotole hanno il bordo che può essere decorato con una scanalatura, con una fila di perline che simboleggia un mala oppure con simboli del sole (cerchietti con all’interno piccoli punti). Spesso i cerchi sono logorati e si intravedono solo i punti. A volte le pareti esterne sono decorate con simboli sacri geometrici, con una sequenza irregolare di squarci effettuati durante rituali, oppure con appositi tagli che ne modificano il tono in seguito l’asportazione di metallo.

Alcune Manipuri sembrano essere fatto con una lega più morbida, con metallo più luminoso e con più oro rispetto ad altre ciotole.
Visto la loro diversità di realizzazione, sono sicuramente da considerare tra le campane tibetane più interessanti.