Descrizione

Pendente tibetano realizzato artigianalmente in argento 925, corallo e malachite rappresentante un mulinello di preghiera

Dimensioni:

altezza 38 x 11 mm

Provenienza: Nepal

Mulino da preghiera (dal tibetano: chokor)

In un paese di pastori e monaci ritenuto molto vicino al cielo, dove una delle occupazioni principali e’ la preghiera, il mulino da preghiera e’ sicuramente l’oggetto del rituale buddhista più noto e il miglior compagno dei pellegrini e di tutti i credenti. Il suo nome – chokor –  significa “ruotare la dottrina”:  e simboleggia il primo sermone del Buddha con il quale e’ stato dato l’avvio alla dottrina buddhista. Il suo interno custodisce dei mantra o testi sacri scritti su carta o pergamena.
Il mulino deve essere fatto ruotare nel senso della rotazione solare (senso orario) e ogni giro equivale a una lettura delle preghiere che contiene. Messo in movimento, emette spesso un leggero scricchiolio che sta a testimoniare l’alzarsi in volo delle preghiere e il loro disperdersi ai quattro venti.

I gioielli e i monili della nostra collezione sono pezzi unici, realizzati manualmente in oriente da abili artigiani che coniugano la secolare tradizione orafa con innesti di moderno design. Realizzati in argento con pietre dure, preziose e semipreziose, portano montature che, nei pezzi di fabbricazione più recente, risultano del tutto anallergiche.