Descrizione

Statua di Garuda

Dimensioni: 10 x 9, altezza 43 cm

Materiale: legno

Provenienza: Nepal

Epoca: metà ‘900

Garuda

Garuda nella mitologia induista è l’uccello sacro che trasporta sul suo dorso Vishnu e Lakshmi nel loro paradiso d’amore. Veicolo di Vishnu, incarnazione dell’aria, uccello solare dalle piume dorate e nemico dei serpenti, che rappresentano le energie nascoste nelle viscere della terra. Alla nascita era così splendente che venne scambiato per una incarnazione di Agni (dio del fuoco). Le sue ali possono colpire e uccidere gli uomini malvagi. Quando vola in alto nei cieli diviene il simbolo dello spirito umano. I Veda (antichi testi religiosi) raccontano che Garuda abbia portato dal cielo sulla terra il nettare degli dei (Amrita). Molti credono che le preghiere che gli vengono offerte possano guarire e proteggere dagli effetti del veleno. La mitologia buddhista racconta che Buddha sia riuscito ad ottenere la pace fra Garuda e i Naga (antica razza di uomini-serpente). Viene rappresentato con testa, coda e ali d’aquila mentre il corpo e gli arti inferiori sono umani. Ha la testa bianca, il corpo d’oro e le ali rosse. Spesso porta una corona come quella del suo signore Vishnu così antica ed enorme da riuscire ad oscurare il sole.