Descrizione

Dimensioni:

dipinto interno: 27 x 37 cm

ingombro massimo con broccato: 59 x 85 cm

Materiale: tela di cotone e broccato di seta

Provenienza: Nepal

Epoca: contemporanea

 

Tara Verde

Tara Verde simboleggia un particolare aspetto della compassione, quello attivo ed energico per il superamento delle difficoltà. Essa protegge da tutti i pericoli.

E’ la dea protettrice del Tibet.

E’ rappresentata seduta su di un trono d’oro sopra un cuscino di loto, sole e luna (che simboleggia la rinuncia, la bodhicitta e la saggezza della vacuità): è una figura materna bellissima o un’incantevole fanciulla sedicenne che ci sorride con amore.
Il suo corpo aggraziato di luce verde-smeraldo è radioso, trasparente, diafano e traslucido, non è qualcosa di solido e concreto, sembra oscillare tra realtà e non-realtà, e profuma di fior di loto.
Il colore verde è simbolo dell’elemento aria (o vento) e quindi del movimento; perciò, dal punto di vista spirituale, indica l’attività illuminata, la compassione attiva ed operosa: Tara agisce, per il bene di coloro che la pregano, senza indugi e con la rapidità del vento.
La mano sinistra regge un utpala (il loto blu, simbolo della compassione)
all’altezza della spalla ed ha il palmo rivolto verso l’esterno, all’altezza del cuore, col pollice e l’anulare che si toccano (a simboleggiare l’unione del metodo e della saggezza) e con le altre tre dita erette (a simboleggiare il Rifugio nei Tre Gioielli).
La mano destra poggia sul ginocchio destro e il suo palmo è pure proteso verso l’esterno, ma col pollice e l’indice che quasi si toccano a formare un cerchio, mentre le altre dita sono rivolte verso il basso in direzione del suolo : è questo il gesto simboleggiante il potere protettore e la suprema generosità. Anche la mano destra talora tiene per lo stelo un loto blu (simbolo anch’esso della compassione oppure dello scioglimento dei suoi blocchi di energia negativa).
Il suo mantra più comune è OM TARE TUTTARE TURE SVAHA